Christian Monaco: "Il pubblico ha bisogno di intrattenimento. Reazione a catena? Tutto tace, i provini non sono ancora partiti"

da TVBlog.it — 26 marzo 2020 alle 8:58

Programmi stravolti, interrotti, altri seriamente a rischio. Il coronavirus non risparmia nemmeno la televisione, costretta da un mese a cambiare registro e ad abbattere paletti che sembravano fissati col cemento armato.

Le produzioni sono ferme per l’ottanta per cento, va avanti solo l’informazione”, confessa Christian Monaco, autore nel campo dell’intrattenimento, genere tra i più penalizzati nonostante mai come in questo momento ci sarebbe bisogno di leggerezza. Continua »

Massimo Falcioni

Scrivi un commento