Gli integralisti vogliono una Turchia alla Erdoğan nel nome di Cascioli e di «san Cafarra»

da Gayburg — 2 dicembre 2017 alle 10:00

Negli occhi degli integralisti si legge il terrore. Le nuove nomine di Papa Francesco stanno sostituendo i loro riferimento e c'è il reale rischio che possano ben presto perdere il potere politico che si erano creati. In fondo nessuna lobby non può sopravvivere se non riesce a piazzare personaggi chiave nella stanza dei bottoni. Se Provita si compra del camion vela per ricordare quel loro Cafarra che benediva e sponsorizzava le crociate contro i gay, Cascioli pubblica ossessivamente attacchi al Vaticano. Continua »

Gayburg

Scrivi un commento