Lo sciacallo. Adinolfi paragona le famiglie gay alla sharia e chiede siano vietate in nome di Bibbiano

da Gayburg — 11 ottobre 2019 alle 13:12


Secondo il pensiero espresso da Mario Adinolfi, la genitorialità non significherebbe crescere un figlio deriverebbe dal potersi vantare di aver trombato sua madre. Davanti ai tanti bambini che vengono abbandonati dai genitori biologici e che crescono con altri genitori, lui è quello che dice che il vero genitore è quello che è scappato dopo il coito e non chi per quarant'anni ha cresciuto il figlio, si è svegliato la mattina per portarlo a scuola e stava con lui quando si sentiva male. Continua »

Gayburg

Scrivi un commento