Secondo la propaganda d'odio di Provita Onlus, i gay non farebbero sesso senza assumere mefedrone, ghb e cristalli di anfetamina

da Gayburg — 7 agosto 2017 alle 14:00

Toni Brandi è uno di quei personaggi che vorrebbe reintrodurre dei distinguo fascisti volti ad omologare le persone sulla base dell'appartenenza  gruppo. Dice che lui rappresenterebbe massima espressione della perfezione, un essere supremo che andrebbe glorificato in virtù di quanto gli piacciano le le donne (e gli piacciono così tanto che la sua compagnia di autobus offre tessere che permettono di ottenere sconti sulle prestazioni delle prostitute di Praga). Continua »

Gayburg

Scrivi un commento