Signorini sostiene che il coming out pubblico sia «provincialismo» perché gli etero non lo fanno

da Gayburg — 20 novembre 2019 alle 7:09


Alfonso Signorini dice che i gay avrebbero rotto le scatole con i loro coming out pubblici dato che gli eterosessuali non lo fanno. Evidentemente quando Adinolfi chiede privilegi sociali e civili derivanti dal suo andare a letto con molteplici mogli, secondo Signorini non sarebbe un coming out anche se il fondamentalista entra nei dettagli nello spiegare che lui predilige rapporti bareback. E chissà quanto Adinolfi avrà sofferto pensando che il mondo non avrebbe mai accettato la sua eterosessualità o temendo che i suoi genitori potessero volerlo "curare" appellandosi a quelle... Continua »

Gayburg

Scrivi un commento